Francesco Paolo Frontini (Catania, 6 agosto 1860 – Catania, 26 luglio 1939) è stato un compositore, musicologo e direttore d'orchestra italiano.

«Bisogna far conoscere interamente la vera, la grande anima della nostra terra.
La responsabilità maggiore di questa missione dobbiamo sentirla noi musicisti perchè soltanto nella musica e nel canto noi siciliani sappiamo stemperare il nostro vero sentimento. Ricordatelo». F.P. Frontini

Dedicato al mio bisnonno F. P. Frontini, Maestro di vita. Pietro Rizzo

martedì 6 febbraio 2018

Titomanlio Manzella «l'inventore della Catania picaresca »





MANZELLA Titomanlio - Scrittore e giornalista (Catania 1891 - Roma 1966).

Coltissimo, estroso, sempre animato da un eccezionale fervore organizzativo, amava la natura e la vita agreste: « Adoro le piante, non amo gli animali (...).
Vorrei vivere in campagna, forse perché sono costretto a vivere in città: me ne rifaccio coltivando meravigliosi fiori nella splendida villa, in quel di Cibali, affittatami dal cavaliere Battaglia per una miseria all'anno ».
Professore di tedesco nelle scuole di istruzione superiore, collaborò a molti giornali italiani, tedeschi e americani. Scrittore fecondissimo, pubblicò una ventina di opere.




Molte di esse (Naticchia 1921, Ridi, o Sole! 1924,
La rondine maledetta 1926,
I parenti di Caino 1928,
Testallegra 1930,



Tre bambini sotto una palma 1935) sono dedicate all'infanzia.
Nel 1923 fondò una rivistina per ragazzi, Farfalle, illustrata da Antonio Prestinenza.



Diresse, per incarico dell'editore Amantia, la collana dei Migliori scrittori giovani.
Adottò molti pseudonimi (Alessio Karassik, Pedro Maslina Rueda, Victor Ducasse, Coelo Ramiro Delucema, Nikola Karassoff). Villaroel lo definì (Giornale d'Italia del 4 gennaio 1961) «l'inventore della Catania  picaresca ».

Enciclopedia di Catania  Tringale editore, 1987

* fratello di Gesualdo Manzella Frontini